09/20 - CORONAVIRUS: AGGIORNATO L’ELENCO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE CONSENTITE CON DECRETO MISE

Edizione n°09 de 27/03/20

CORONAVIRUS: AGGIORNATO L’ELENCO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE CONSENTITE CON DECRETO MISE

Con un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico è stato aggiornato l’elenco dei codici delle attività produttive che sono consentite ai sensi del DPCM 22 marzo 2020.

Si precisa che restano invariate e quindi consentite le attività con i codici 38 e 39 relativi alla gestione rifiuti, come così pure le attività di trasporto merci su strada che, per le attività consentite, non subiscono blocchi.

L’allegato 1 del DPCM 22 marzo 2020 viene dunque sostituito da quello contenuto nel Decreto MISE del 25 marzo. Il nuovo allegato è in vigore dal 26 marzo.

Le attività che, per effetto del Decreto MISE in oggetto, sono sospese possono completare le attività necessarie alla sospensione entro il 28 marzo 2020, compresa la ricezione delle merci e la spedizione della merce in giacenza.

A titolo esemplificativo vengono ora esclusi alcuni codici ateco come il cod 22.1 (fabbricazione di articoli in gomma) e sottocodici del cod 17 (fabbricazione Carta ) (cod 17.23, 17.24), del cod. 20 (prodotti chimici) (20.51.01, 20.51.02, 2059.50, 20.50.60), del cod.22.2 Prodotti plastici (22.29.01 (fabbricazione parti in plastica per calzature) e 22.09.02 (fabbricazione di oggetti per l’ufficio e la scuola in plastica) e del cod.33 (riparazione e manutenzione installazione di macchine e apparecchiature-(33.11.01, 33.11.02 ,33.11.03, 33.11.04,33.11.05, 33.11.07, 33.11.09, 33.12.92, 33.16, 33.17).

In allegato il Decreto MISE per i necessari approfondimenti.

Ringraziando per l'attenzione porgiamo cordiali saluti.

 

ORIM S.p.A.

Ufficio Marketing & Comunicazione

CER Code - Mobile app

La tua Guida sul Catalogo Europeo dei Rifiuti.
CERcode permette di effettuare ricerche veloci e puntuali in pochi istanti, direttamente dal tuo smartphone. L'applicazione è completamente gratuita.

 

orim

 

Nel pieno rispetto dei DPCM del 9 e 22 Marzo 2020, e consapevole di ricoprire un ruolo cruciale di pubblica utilità, ORIM SPA continua a garantire la continuità del servizio mettendo in pratica tutte le misure cautelative necessarie per la salute di ognuno.