02/19 - TRACCIABILITA' RIFIUTI

Edizione n° 02 del 15/02/2019

 

 

 

TRACCIABILITA' RIFIUTI: IL REGISTRO ELETTRONICO NAZIONALE E' LEGGE E SARA’ OPERATIVO A SEGUITO DI UN DECRETO MINISTERIALE

 

Sulla G.U. n. 36 del 12/2/2019 è stata pubblicata la Legge n. 12 del 11 febbraio 2019 “Conversione in legge, del DL n.135 Semplificazioni” che sancisce la fine del Sistri – il sistema di tracciabilita’ dei rifiuti – dal 1 gennaio 2019.

L’articolo 6 del D.L.135 , stabilisce in particolare che a decorrere dall’entrata in vigore della stessa (13 febbraio 2019), e’ istituito il Registro elettronico nazionale per la tracciabilita’ dei rifiuti gestito direttamente il Ministero dell’Ambiente e delle tutela del territorio e del mare, cui sono tenuti ad iscriversi i soggetti di cui all’art.189 comma 3 del D.L. 3 aprile 2006, n.152 e cioe’:enti e imprese che effettuano il trattamento dei rifiuti; i produttori di rifiuti pericolosi; gli enti e le imprese che raccolgono o trasportano rifiuti pericolosi a titolo professionale o che operano in qualità di commercianti ed intermediari di rifiuti pericolosi; i Consorzi istituiti per il recupero e il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti.

Con apposito decreto interministeriale, verranno definiti tempi e modalità di iscrizione dal Registro elettronico nazionale da parte dei soggetti obbligati e di coloro che intendano volontariamente aderirvi, nonché gli adempimenti cui i medesimi sono tenuti, secondo criteri di gradualità per la progressiva partecipazione di tutti gli operatori.

Lo stesso decreto quantificherà i diritti di segreteria e la misura del contributo annuale di iscrizione al Registro elettronico nazionale, che saranno aggiornati oni 3 anni ad integrale copertura dei costi di funzionamento del sistema di tracciabilità e stabilirà inoltre le sanzioni amministrative pecuniarie per la violazione dell’obbligo di iscrizione, mancato o parziale versamento del contributo.

 Dal 1° gennaio 2019 e fino alla piena operatività del Registro elettronico nazionale, la tracciabilità dei rifiuti è garantita effettuando gli adempimenti cartacei : registri di carico e scarico; formulario di identificazione dei rifiuti; FIR; MUD relativo alle quantità e caratteristiche qualitative dei rifiuti oggetto dell’attività di recupero e smaltimento rifiuti.

Il Testo completo della Legge 12/2019 su  http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2019/02/12/19G00017/sg

Sarete aggiornati su eventuali successivi sviluppi.

 

 

CER Code - Mobile app

La tua Guida sul Catalogo Europeo dei Rifiuti.
CERcode permette di effettuare ricerche veloci e puntuali in pochi istanti, direttamente dal tuo smartphone. L'applicazione è completamente gratuita.

 

orim

 

ORIM ha traguardato l'importante obiettivo di migrazione al nuovo standard ISO 45001:2018 per la Sicurezza, oltre a concludere con successo la ricertificazione triennale per l'Ambiente secondo la norma ISO 14001:2015 e la verifica periodica ISO 9001:2015 per la Qualità.

Un altro importante passo in avanti verso la tutela integrata della salute e sicurezza dei lavoratori e dei portatori di interesse interni ed esterni all'Azienda.